PROTEINE, SUPERCALCOLO E STAZIONI SPAZIALI: ALLA RICERCA DI NUOVI FARMACI

Domenica 24 settembre / ore 11.30-12.45
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Sala Predonzani
Via dell'Orologio, 1, Trieste, TS, Italia
Lingua
1
1
Intervengono
Emiliano Biasini, docente di Chimica e Biochimica Università di Trento / professor of Chemistry and Biochemistry Trento University
Pietro Faccioli, professore associato al Dipartimento di Fisica “G. Occhialini” - Università di Milano-Bicocca / professor at the 'G. Occhialini' Department of Physics - Milano-Bicocca University
Marta Stefania Semrau, ricercatrice Laboratorio di proteine Elettra Sincrotrone Trieste / researcher Protein laboratory Elettra Sincrotrone Trieste
Modera
Paola Storici, ricercatrice e responsabile Laboratorio di proteine Elettra Sincrotrone Trieste / researcher and head Protein Laboratory Elettra Sincrotrone Trieste
Abstract

Scoprire nuove cure per le malattie neurodegenerative è una sfida per la medicina moderna. Descriveremo come strumenti usati della ricerca, che combinano dati sperimentali con simulazioni di supercalcolo, aiutino ad avere informazioni uniche sullo sviluppo di nuovi farmaci. Parleremo brevemente della malattia di Lafora e ci addentreremo nei meccanismi delle malattie da prioni, illustrando nuovi approcci per poterle curare. Infine, spiegheremo come gli esperimenti fatti nella stazione spaziale internazionale possano aiutarci a ottenere nuovi farmaci.

A cura di Elettra Sincrotrone Trieste

Eventi correlati