LA VITA INEVITABILE

Introduce
Vanessa Nicolin, docente di Anatomia umana all’Università degli Studi di Trieste, Delegata del DSMCS Terza Missione e Divulgazione Scientifica, referente AIRCampus per l’Università di Trieste
Interviene
Pier Paolo Di Fiore, docente di Patologia generale Università di Milano, direttore programma Novel Diagnostics IEO-Istituto Europeo di Oncologia, autore de "La vita inevitabile" (Codice Edizioni) / professor of General pathology University of Milan, director Novel Diagnostics Program IEO-European Institute of Oncology, author of "La vita inevitabile" (Codice Edizioni)
Conduce
Marco Cambiaghi, ricercatore in Neuroscienze Università di Verona, collabora con Tuttoscienze de La Stampa / researcher in Neuroscience Università di Verona, contributor for Tuttoscienze de La Stampa
Abstract

Ciò che siamo oggi è il frutto di innumerevoli incidenti di percorso nel corso, ancora in gran parte sconosciuto, dell’evoluzione, concetto semplice all’apparenza ma spesso avvolto da una nuvola di incomprensioni. Tra quelle più comuni vi è l’idea che si tratti di qualcosa di lineare e finalistico, la quale spesso confluisce nella convinzione, antiscientifica, che la vita possa avere un senso.
Eppure, tramite la scienza, qualcosa di questo percorso è diventato un po’ più chiaro e i meccanismi chimici, biologici ed evoluzionistici che ci hanno portato a essere organismi così complessi sono stati svelati. E guardando in dettaglio l’ambiente e la struttura chimico-fisica di molecole di miliardi di anni fa ci accorgiamo che, forse, l’emergere della vita è stato qualcosa di inevitabile.

A cura di Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro

Eventi correlati