sabato 26 settembre 2020 / ore 16:30 - 17:45
— Area Talk
Piazza Unità d'Italia, Trieste, Italia
DOPO IL COVID, IL RISCALDAMENTO GLOBALE. SIAMO PREPARATI?
Intervengono
Nicola Armaroli, direttore di ricerca Istituto per la sintesi organica e la fotoreattività ISOF-CNR Bologna
Maurizio Fermeglia, docente di Reattori chimici e biochimici e Progettazione di processo e di prodotto Università di Trieste
Filippo Giorgi, direttore di ricerca The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics – ICTP
Alessandro Massi Pavan, docente di Elettrotecnica Università di Trieste
Modera
Vanni Lughi, docente di Scienza e tecnologia dei materiali Università di Trieste
L’emergenza associata al diffondersi del Covid-19 ha dimostrato la necessità, a livello globale, di strategie e di sistemi operativi capaci di risposte efficaci e rapide. Quali insegnamenti possiamo trarne per affrontare l’emergenza climatica? Il cambiamento climatico è già in corso da tempo ed ha un impatto globale e locale enormemente maggiore, permanente, e con conseguenze sempre più spesso catastrofiche rispetto agli effetti del coronavirus. Tuttavia, essendo state le dinamiche del cambiamento climatico tipicamente meno concentrate nel tempo oppure localizzate, a livello della società globale la percezione dell’emergenza è molto ridotta – rendendola peraltro più subdola. La tavola rotonda discuterà dello stato del cambiamento climatico, le cause e gli approcci per mitigarlo, il ruolo del sistema energetico. Nell’analizzare i fattori determinanti in questa emergenza, i relatori cercano anche similitudini e differenze tra le dinamiche e le risposte della società nell’emergenza Covid-19 rispetto all’emergenza del cambiamento climatico.
A cura di Università di Trieste