sabato 29 settembre 2018 / ore 16:30 - 17:45
— Caffè Tommaseo
Riva Tre Novembre, 5, Trieste, TS, Italia
BUONI SELVAGGI E CATTIVI ROBOT? L’UMANO TRA NATURA E TECNICA
Intervengono
Alessandra Cislaghi, docente di Filosofia teoretica, Università di Trieste
Laura Pelaschiar, docente di Letteratura inglese, Università di Trieste
Fabio Polidori, docente di Filosofia teoretica e Filosofie del Novecento, Università di Trieste
Paolo Quazzolo, docente di Storia del teatro, Università di Trieste
Natura e tecnologia, egualmente importanti per la vita dell'uomo, sono tra loro in contrapposizione oppure possono in qualche modo convivere? A questo interrogativo risponderanno alcuni docenti del Dipartimento di Studi Umanistici confrontandosi seguendo ognuno la propria linea di ricerca. In ambito umanistico, infatti, uno degli interrogativi che gli autori – siano essi filosofi, letterati o drammaturghi – si sono spesso posti è come l’uomo possa reagire di fronte ai cambiamenti dell’ambiente in cui egli vive. Cambiamenti spesso provocati dallo stesso essere umano con invenzioni tecnologiche che se da un lato favoriscono lo sviluppo e il benessere, dall’altro possono seriamente minacciare gli equilibri della natura. Ecco quindi le reazioni diametralmente opposte di coloro che hanno esaltato il progresso tecnologico e, viceversa, di coloro che nell’avanzamento scientifico hanno visto un inarrestabile processo di autodistruzione. L’incontro si inserisce nel programma del "Caffè delle Scienze e delle Lettere" dell’Università di Trieste.