Home » Spazio 05. Il mondo silenzioso: il mare dal reale al virtuale

Spazio 05. Il mondo silenzioso: il mare dal reale al virtuale

Un percorso interattivo fa scoprire ai visitatori le attività e la strumentazione per il monitoraggio integrato dell’ambiente marino: immersioni virtuali nella barriera corallina con un sistema di vitual reality, droni utilizzati per le campagne di misura e rilievo di altissima precisione, ROV (sottomarino a comando remoto) da esplorazione, mareografi e altri strumenti utilizzati sia in stazioni di monitoraggio permanenti sia nelle campagne di misura a mare.

Si presentano le tecniche di prelievo dei campioni di sedimento e di acqua (sia da barca che in immersione), il prelievo di carote, l’uso della vasca bentica e le tecniche per la mappatura tridimensionale del fondale marino. Un micropaleontologo accompagna i visitatori nel mondo microscopico di organismi con morfologie diversificate e aliene, fondamentali per la comprensione dei cambiamenti ambientali e climatici. Si evidenziano le caratteristiche uniche di organismi in grado di sopravvivere per lunghi periodi privi di luce e in ambienti estremi come l’Antartide.

Arpa FVG è presente nello spazio espositivo con strumentazioni scientifiche:  ROV, sonde multiparametriche, haps – corer, reti per la raccolta di plancton marino e microplastiche.

E’ possibile ammirare gli acquari dell’ETP – Ente Tutela Pesca della Regione Friuli Venezia Giulia, contenenti diverse specie ittiche d’acqua dolce.

Sono presenti nelle tre giornate di Trieste Next i coordinatori e i ricercatori universitari coinvolti nelle diverse attività presentate nello spazio espositivo:

Oceanografia: Stefano Cirilli, Tullio Quaia; Sedimentologia: Ester Colizza, Mauro Bussi; Geoswim: Stefano Furlani; Mercurilab: Stefano Covelli, Elisa Petranich, Elena Pavoni; Coastal Group: Giorgio Fontolan, Annelore Bezzi, Davide Martinucci, Simone Pillon; Geolab: Michele Fernetti; Micropaleontologia: Gianguido Salvi; Geologia Applicata e Cartografia Informatica: Luca Zini, Chiara Calligaris.

A cura del Dipartimento di Matematica e Geoscienze, in collaborazione con ARPA FVG – Stato dell’Ambiente; Qualità delle acque marine e di transizione e ETP – Ente Tutela Pesca, Regione FVG.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.