Michele
Maio
Direttore del primo centro italiano dedicato all'immunoterapia dei tumori -dove oggi si sperimentano tutte le terapie innovative basate sul sistema immunitario- ottiene dell'AIRC il suo primo finanziamento per un progetto di ricerca, nel 1989. Ha pubblicato su riviste di primo piano, da Lancet all'International Journal of Cancer, e alla prima specializzazione in ematologia alla Cattolica di Roma decide di affiancare quella in oncologia, alla Federico II di Napoli.
A Siena, Michele Maio è arrivato nel 2004. ''Oggi il nostro è un gruppo di ricerca importante in termini di numeri, e molto competitivo a livello internazionale. Abbiamo una quarantina di trial clinici attivi in contemporanea, dalla fase 1 alla fase 3, e siamo ora attrezzati anche per gli studi detti first in human, che per la prima volta verificano nuove potenziali terapie su soggetti malati''.