a
Massimo
Temporelli
Laureato in Fisica all’Università di Milano con una ricerca sperimentale sulle onde elettromagnetiche e la ricostruzione fedele dell’apparato sperimentale di H.R. Hertz. Nel 2000 ottiene una borsa di studio presso la ST Microelectronics di Milano (leader mondiale nel settore dei microchip) con cui sviluppa i percorsi scientifici dei nuovi laboratori educativi del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano dove lavora per dieci anni, inizialmente dedicandosi alla progettazione dei laboratori educativi e delle mostre scientifiche, diventando nel 2005 curatore del Dipartimento Comunicazione. Dal 2010 è un libero professionista e imprenditore, occupandosi di diffusione della cultura per l’innovazione. In particolare ha lavorato come consulente per la torinese BasicNet (K-Way, Superga, Kappa, Robe di Kappa) allo sviluppo dei progetti culturali dell’azienda e alla progettazione del nuovo Museo dell’Informatica di Torino. In ambito aziendale svolge speech e consulenze su innovazione e cultura digitale: tra i clienti più importanti Luxottica, Edison, Mercedes, Salmoiraghi & Viganò, Magneti Marelli, Sace, Adecco, Dyson, Enel, Piquadro. Dal 2011 è iProf su OilProject e dal 2012 insegna Antropologia e Sociologia allo IED di Milano e Piattaforme tecnologiche per la televisione in Cattolica. Da anni tiene speech e seminari sulla storia delle tecnologie presso scuole superiori, università e in diversi master e collabora con diverse riviste (Wired, Millionaire, Centodieci) come autore di saggi sul mondo dell’Innovazione. Nel 2012 ha tenuto uno speech al Ted di Firenze e nel 2017 è stato cerimoniere del TEDx di Bergamo. Tra i suoi ultimi lavori editoriali: “Storie e cultura della televisione” (a cura di Aldo Grasso, Mondadori, 2013), “Il codice delle invenzioni. Da Leonardo da Vinci a Steve Jobs” (2011), “La Banda di Via Panisperna” (2013) e “Innovatori. Come pensano le persone che cambiano il mondo.” (2015), “4 punto 0, fabbriche, professionisti e prodotti della Quarta rivoluzione industriale”, tutti pubblicati da Hoepli Editore Milano. E’ direttore scientifico delle collana “Microscopi” di Hoepli. Da anni svolge consulenze (autore e voce) per trasmissioni radiofoniche sul tema scienza, tecnologia e innovazione (Rai Radio 2, Rai Radio 3, Radio 24, Virgin Radio). Negli anni è stato ospite a Superquark (RAI 1), Geo&Geo (RAI 3), Quelli che il calcio (Rai 2), La storia siamo noi (RAI STORIA), Visonari con Corrado Augias (RAI 3). Ha condotto programmi sulla tecnologia per DeaKids (SKY), in particolare X Makers con Giovanni Muciaccia ed è stato protagonista di programmi per Discovery (Inside Mercedes) e LaEffe. Nel 2015 e 2016 ha condotto “L’Officina delle Idee”, pillole di storia della scienza nel programma Memex in onda su Rai Scuola e su Rai 2. Dal 2017 è tutor di scienza nel programma “Detto Fatto” in onda su Rai 2. Nel 2019 ha condotto ToolBox4, programma sulla robotica su Rai Scuola. E’ stato direttore accademico del primo corso di Digital Fabrication promosso da Samsung ed erogato da IED Milano ed è coordinatore dell’Osservatorio nazionale per AICA. E’ presidente e founder di The FabLab, laboratorio innovativo in cui stampa 3d, internet delle cose e robotica cambiano il modo di progettare e produrre i prodotti.
sabato 28 settembre 2019 / ore 10:00 - 11:15
Teatro Miela
Il futuro della ricerca medica, tra app e nuove tecnologie
I ricercatori racconteranno le frontiere della ricerca sul cancro attraverso nuove tecnologie e applicazioni che, come la app DreamLab di Fondazione Vodafone Italia, utilizzano la potenza di calcolo dello smartphone per accelerare la ricerca oncologica
Intervengono
Silvia Onesti, responsabile Laboratorio di Biologia Strutturale Elettra - Sincrotrone Trieste
Cristiano Petrini, ricercatore IFOM-Istituto FIRC di Oncologia molecolare di Milano
Modera
Massimo Temporelli, fisico, scrittore e conduttore tv Rai, Sky