a
Cristiano
Petrini
Cristiano Petrini è uno studente di PhD originario di Viterbo. Sin da piccolo si interessa alle materie scientifiche. Al liceo, ovviamente scientifico, si appassiona in particolare alla biologia e alle sue applicazioni pratiche, tanto da iscriversi alla facoltà di Biotecnologie Industriali dell'Università degli Studi della Tuscia (Viterbo). Durante questi anni entra a conoscenza di una nuova promettente branca della biologia: la bioinformatica, una disciplina che gli permette di coniugare la sua passione per la biologia con quello che era il suo passatempo preferito, ossia l’informatica. Finita la laurea triennale si iscrive alla Laurea Magistrale in Bioinformatica di Tor Vergata (Roma), dove si laurea dopo due anni. Segue quindi, nel post-laurea, un periodo di tirocinio di sei mesi a Cambridge nella sede dell’EMBL-EBI, dove collabora con il team GENCODE per la creazione di un database sintesi dei due maggiori database biologici (RefSeq e Ensembl). Al termine del tirocinio in Gran Bretagna si trasferisce a Detroit (USA) dove lavora per un anno come Research Assistant nel campo della genomica di popolazione, ossia lo studio di tutte quelle variazioni genetiche che rendono unico ogni singolo essere umano. Un anno dopo Cristiano torna in Italia entrando a lavorare, prima come borsista e quindi come dottorando, nel laboratorio di Francesco Ferrari, dove, tutt’ora, si occupa di studiare il genoma e le sue interazioni in uno spazio 3D con se stesso e con altri componenti cellulari.
sabato 28 settembre 2019 / ore 10:00 - 11:15
Teatro Miela
Il futuro della ricerca medica, tra app e nuove tecnologie
I ricercatori racconteranno le frontiere della ricerca sul cancro attraverso nuove tecnologie e applicazioni che, come la app DreamLab di Fondazione Vodafone Italia, utilizzano la potenza di calcolo dello smartphone per accelerare la ricerca oncologica
Intervengono
Silvia Onesti, responsabile Laboratorio di Biologia Strutturale Elettra - Sincrotrone Trieste
Cristiano Petrini, ricercatore IFOM-Istituto FIRC di Oncologia molecolare di Milano
Modera
Massimo Temporelli, fisico, scrittore e conduttore tv Rai, Sky