DIPINGERE CON GLI OCCHI

A cura del Dipartimento di Ingegneria e Architettura

In questa attività un sistema di eye-tracker cattura lo sguardo dell’osservatore: i movimenti delle pupille si trasformano in dati, il guizzo dell’occhio in un segno. Le informazioni vengono interpretate da un robot che disegna un’immagine riproducendo il movimento oculare. In questo modo i visitatori, guidati dai ricercatori dell’Università di Trieste, possono dipingere con gli occhi, letteralmente dipingere con gli occhi. Non solo questa modalità di interazione uomo-macchina può essere di aiuto a soggetti con disabilità motorie, permettendo loro di esprimersi a livello estetico e creativo, ma potrà essere impiegata anche da tutti gli artisti che vogliono generare un’arte tecno-collaborativa, una simbiosi tra la mente del creatore e l’algoritmo della macchina. I docenti di ingegneria che coordinano questa attività sono i referenti del prestigioso Master in Robotics dell’Università di Trieste, realizzato in collaborazione con imprese e centri di ricerca internazionali, e sono a disposizione dei visitatori per tutte le domande sul Master.

Referente: Paolo Gallina, pgallina@units.it
Collaboratori: Alessandro Fraleoni Morgera, afraleoni@units.it