Home » Piazza Unità

Piazza Unità

OpenstarTs: L’ARCHIVIO DIGITALE AD ACCESSO APERTO PER LA RICERCA E LA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA DI UNITS

A cura di EUT – Edizioni Università di Trieste 

BIO:

EUT Edizioni Università di Trieste nasce nel 2005 e ha come principale obiettivo quello di selezionare, valorizzare e diffondere i risultati della ricerca scientifica in un ambito multidisciplinare. Ad oggi, il suo catalogo comprende oltre 700 titoli a stampa e circa 11.000 pubblicazioni (libri, articoli e atti di convegni) in versione digitale a libero accesso, disponibili a testo pieno sull’archivio OpenstarTs dell’Università di Trieste.

ABSTRACT:

Cosa significa Open Access? Perché è così importante assicurare il libero accesso ai risultati della ricerca? La casa editrice dell’Università di Trieste esporrà il lavoro editoriale di una University Press impegnata nella promozione del movimento Open Access e nella libera diffusione un rete dei risultati della ricerca scientifica.

25 settembre 2018
Dettagli
INTELLIGENZA ARTIFICIALE TRA ARTE E IMMAGINAZIONE

A cura del Dipartimento di Matematica e Geoscienze e del Dipartimento di Ingegneria e Architettura, in collaborazione con SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati

BIO:

Il progetto nasce all’interno di un gruppo di meet-up sull’intelligenza artificiale, AI@TS, che coinvolge ricercatori, studenti, esperti ed entusiasti attivi in questo ambito, sia dal punto di vista scientifico che tecnologico. Il progetto è promosso da ricercatori del gruppo di neuroscienze della SISSA e di docenti e studenti dell’Università di Trieste del corso di Data Science and Scientific Computing, afferenti al Dipartimento di Matematica e Geoscienze e al Machine Learning Lab del dipartimento di Ingegnera ed Architettura.  

ABSTRACT:

Spesso pensiamo al computer come uno strumento “ottuso” capace di svolgere tantissimi calcoli ogni secondo, ma senza creatività. Abilità che è per noi prettamente umana. E che cosa più dell’arte è creatività? Possono i computer essere creativi? Fare arte? Magari immaginare volti inesistenti o stanze d’albergo mai viste prima?

Viviamo agli albori dell’era dell’intelligenza artificiale, in cui compiti cognitivi che da sempre erano ritenuti di pertinenza umana stanno pian piano entrando in una nuova dimensione algoritmica. Dal riconoscimento di oggetti in immagini e video alla possibilità di dialogare con un essere umano e fare prenotazioni per noi, le capacità cognitive dell’Artificial Intelligence stanno diventando sempre più pervasive. Ma l’AI possiede anche capacità creative? Lo scoprirete a Trieste Next.

25 settembre 2018
Dettagli
SAPORI MOLECOLARI. LA CHIMICA DEGLI ALIMENTI: MIELE, CAFFÈ, OLIO D’OLIVA

A cura del Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche, in collaborazione con Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS); Parovel vigneti oliveti 1898; Illycaffè s.p.a.; Demus s.p.a, Consorzio Apicoltori della provincia di Trieste / Čebelarski Konzorcij za Tržaško Pokrajino; ARCO Solutions s.r.l.; Agilent Technologies Italia s.p.a.

BIO:

Il team è composto da ricercatori e docenti del Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche del CEB – Centro di Eccellenza in Biocristallografia (rappresentazione molecolare); del Laboratorio di chimica delle sostanze naturali e bioorganica (caffè); del Laboratorio di merceologia del Dipartimento di Economia Aziendale Matematica e Statistica (olio); dei laboratori di chimica analitica ed ambientale (miele).

ABSTRACT:

I profumi e i sapori degli alimenti dipendono dalle caratteristiche chimiche delle specie molecolari che li compongono. Il cervello ha la capacità di elaborare, attraverso la mediazione dei recettori molecolari presenti nella bocca e nel naso, una percezione organolettica complessa che ci consente di riconoscere i vari cibi e di poterli apprezzare in tutte le loro varie sfumature di sapore. Nello spazio espositivo verranno presentate alcune ricerche di chimica degli alimenti, svolte in collaborazione con le imprese del territorio. I visitatori potranno partecipare a esperimenti e attività interattive sulla chimica del gusto e la tipizzazione dei prodotti. Le attività si concentreranno in particolare su tre prodotti importanti per la città di Trieste: il caffè (dai commerci portuali), l’olio (dal territorio coltivato) e il miele (dal territorio naturale). Alcune molecole presenti nel caffè, nell’olio e nel miele, saranno rappresentate tridimensionalmente da ologrammi e stampe 3D.

25 settembre 2018
Dettagli
ENERGIA: influENza della lucE laseR sulle strateGIe cellulAri

A cura del Dipartimento Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute, in collaborazione con ANVOLT-Associazione Volontari Lotta contro i Tumori, sede di Trieste 

BIO:

Il team di medici è composto dal prof. Matteo Biasotto, Presidente del Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria e Responsabile dell’Ambulatorio di Medicina e Patologia Orale della Clinica Stomatologica di Trieste e degli odontoiatri dell’Ambulatorio Giulia Ottaviani, Katia Rupel, Margherita Gobbo e Augusto Poropat. Il team si occupa della ricerca sulle patologie del cavo orale e sui meccanismi di funzionamento e di applicazione della laser terapia.

ABSTRACT:

Da più di 10 anni il team si occupa dell’utilizzo della laser terapia nella gestione di diversi tipi di patologie grazie ai suoi molteplici effetti: l’analgesia, l’effetto anti-infiammatorio, la promozione della guarigione delle ferite e l’effetto antimicrobico. Parallelamente conduce un’attività di ricerca per comprendere i meccanismi molecolari di tali effetti terapeutici.

L’azione della luce/energia può infatti influenzare in maniera decisiva il comportamento cellulare, determinando la vita, la proliferazione o la morte della cellula stessa. Alla base di questo comportamento ci sono complessi meccanismi biochimici, alcuni ben conosciuti e altri meno. Partecipando alle attività e agli esprimenti, il pubblico potrà capire gli effetti, spesso opposti, delle diverse lunghezze d’onda della luce sui diversi comparti cellulari e quindi sull’intero organismo.

CELLULE IN MOVIMENTO: AL DI LÀ DEI PREGIUDIZI!

ANVOLT sarà a disposizione delle persone che visiteranno la postazione per parlare di “Prevenzione e pregiudizio”. Medici specialisti e biologi nutrizionisti parleranno con i visitatori delle cure farmacologiche innovative nella terapia del dolore e nei tumori della pelle, puntando a sradicare alcuni pregiudizi in campo alimentare e ginecologico. Le mattinate saranno dedicate a parlare con i ragazzi delle scuole di prevenzione (es. HPV, vaccini…), tecniche di mindfulness e musicoterapia.

Nello spazio esterno alla tensostruttura dell’Università si terrà un laboratorio didattico per evidenziare gli aspetti positivi dei videogame, come conoscenza del sé e interazione sociale, per costruire in questo modo un’intelligenza “di gruppo”.

25 settembre 2018
Dettagli
ELETTRICITÀ E CUORE: DAL NORMALE FUNZIONAMENTO AL TILT

A cura del Dipartimento Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute 

BIO:

Le attività sono organizzate da un team di infermieri di terapia intensiva cardiologica, di medici specialisti in formazione e di medici cardiologi, tutti afferenti al SC Cardiologia dell’Ospedale di Cattinara (ASUITs) e quotidianamente impegnati nella diagnosi e cura delle problematiche elettriche che possono colpire il cuore e nell’assistenza ospedaliera, ambulatoriale e “in remoto” dei pazienti che ne sono affetti. Il team sarà impegnato a spiegare il normale funzionamento elettrico del cuore, la registrazione della sua attività elettrica (elettrocardiogramma, mappa elettroanatomica), esporrà i dispositivi utilizzati per il trattamento dell’attività elettrica patologica (le aritmie), dimostrerà in pratica su un manichino come si effettua la terapia elettrica delle aritmie, rileverà il ritmo delle persone ultrasessantacinquenni che non hanno mai fatto un elettrocardiogramma e sensibilizzerà tutti i visitatori al riconoscimento e al trattamento di base delle aritmie fatali (arresto cardiaco).

ABSTRACT:

Il cuore è il motore che assicura l’ossigenazione e il nutrimento di tutte le cellule del nostro corpo, contraendosi circa 100.000 volte al giorno, e che è capace di modificare la sua andatura a seconda delle esigenze del nostro organismo e del suo tipo di attività. Il tutto è regolato da un “impianto elettrico” particolarmente sofisticato e complesso, che lavora in maniera costante e precisa. In presenza di cardiopatie, ma anche nei cuori perfettamente normali, vi possono essere delle anomalie (aritmie), generalmente benigne e senza conseguenze, ma in alcuni casi più gravi, perché potenzialmente fatali o associate ad un aumentato rischio di problemi non cardiaci come l’ictus. La diagnosi e il trattamento delle aritmie si avvalgono oggigiorno di presidi base, come l’elettrocardiogramma ed i farmaci, ma anche di sofisticate tecnologie, come la ricostruzione elettroanatomica del cuore, i dispositivi impiantabili e l’ablazione transcatetere, in grado di identificare e risolvere, o quantomeno controllare, le conseguenze delle aritmie cardiache.

25 settembre 2018
Dettagli
IL TAVOLO ANATOMICO VIRTUALE: UN VIAGGIO TRIDIMENSIONALE NELL’ANATOMIA UMANA

A cura del Dipartimento Clinico di Scienze mediche, chirurgiche e della salute 

BIO:

L’attività è ideata, proposta e organizzata da un team composto da docenti impegnati quotidianamente nella didattica rivolta agli studenti dei corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia e per Tecnici di Laboratorio Biomedico, assieme a tecnici di laboratorio e informatici altamente specializzati tutti afferenti al Dipartimento di Scienze Mediche Chirurgiche e della Salute.

A completare il team anche alcuni studenti che nel loro percorso di studio hanno potuto operare sull’Anatomage Table.

ABSTRACT:

L’Anatomage Table è un sistema complesso di modellizzazione 3D basato sulla realtà, per esplorare il corpo con un semplice tocco sullo schermo isolare i singoli sistemi e apparati, scoprendo gli organi come in un atlante anatomico. Ad accompagnare il pubblico in questo viaggio nell’anatomia umana ci saranno ricercatori ed esperti di tecnica digitale di dissezione, fra cui degli anatomo-patologi per la descrizione di alcuni casi, tecnici di laboratorio che descriveranno i processi dietro alla preparazione dei pezzi anatomici e ingegneri informatici che accompagneranno i visitatori nelle diverse applicazioni del tavolo anatomico virtuale.

25 settembre 2018
Dettagli
MAQÔR: PER UN FUTURO ANTERIORE DEL PAESAGGIO AGRICOLO

A cura del Dipartimento di Ingegneria e Architettura 

BIO:

Gianluca Calligaris e Lorenzo Rigonat si laureano presso l’Università degli Studi di Trieste in Scienze dell’architettura con la tesi “Maqôr, per un futuro anteriore del paesaggio agricolo”. Il lavoro di tesi si concentra su un ambito paesaggistico, quello della campagna, spesso mal interpretato e dalla difficile definizione. Al lavoro di analisi, svolta con la supervisione del prof. Adriano Venudo, è seguita la fase di progettazione coordinata dal prof. Giovanni Fraziano, non solo utilizzando gli strumenti propri dell’architettura ma anche utilizzando il linguaggio della narrazione.

ABSTRACT:

Secondo recenti analisi delle Nazioni Unite, nel prossimo futuro, due persone su tre abiteranno in città. Quale futuro per il rimanente terzo? La campagna, un tempo lontana e mite, è ora un territorio organizzato su una ripetizione di monocolture, rifiuti, merci, informazioni e persone, in maniera analoga a quanto succede negli agglomerati urbani. Ma una strada diversa è possibile: un’agricoltura in cui l’architettura aiuta a ripensare tempi e consumi, regolando l’uso delle risorse idriche e la produzione alimentare; una nuova immagine agricola in cui il rapporto fra tempo libero e lavoro, fra uomo e terra, viene completamente ripensato. A Trieste Next sarà presentato un racconto multimediale e inedito di questo microcosmo rurale e un estratto della ricerca sul territorio agricolo del Nord Est italiano. Il pubblico potrà inoltre osservare alcuni tra i primi esperimenti sulle tecniche di agricoltura idroponica, un metodo di coltivazione in assenza di terra, in cui tutte le sostanze nutritive vengono disciolte e somministrate direttamente nell’acqua.

25 settembre 2018
Dettagli
Spazio 08. Con la forza del pensiero

Le BCI (Brain Computer Interface) consentono di collegare periferiche di pressoché ogni genere alla propria attività cerebrale. Possono essere particolarmente utili a chi non può più muovere, in tutto o in parte, il proprio corpo, ma è ancora in grado di produrre una normale attività elettroencefalografica. Leggi tutto

29 agosto 2017
Dettagli
28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 24. Scuola & Impresa: alla scoperta degli ITS di Trieste

Dal 2014 la Fondazione ITS A. Volta per le Nuove Tecnologie della Vita è impegnata, nel campus di Basovizza di AREA Science Park, nell’alta formazione dei Tecnici Superiori per le apparecchiature biomediche e per le soluzioni di informatica biomedica. Forma i professionisti del biomedicale di domani,  esperti di realtà virtuale e aumentata, stampa 3D e piattaforme di IoHT – Internet of Health Things. A Trieste Next il pubblico potrà scoprire i corsi proposti e  toccare con mano i modelli realizzati con la stampante 3D e immergerti in esplorazioni virtuali grazie ai visori 3D.

A cura di Fondazione ITS A. Volta per le Nuove Tecnologie della Vita e Fondazione ITS Accademia Nautica dell’Adriatico

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 23. Onde d’acqua e onde di luce

Cosa hanno in comune le onde dell’oceano e ALMA, il più grande interferometro per osservazioni astrofisiche? Osservando il comportamento delle onde quando incontrano un oggetto, capiremo come è possibile studiare la nascita delle stelle nell’universo primordiale ed ottenere immagini dettagliatissime della formazione di stelle e pianeti. E ancora, perchè il mare è blu? Perchè al tramonto il cielo è rosso? Di cosa sono fatte le stelle? Domande molto diverse tra loro, trovano risposta nello stesso fenomeno fisico: l’interazione della luce con la materia. Con un semplice esperimento scopriremo come gli astrofisici riescono a studiare la composizione chimica degli oggetti nell’universo usando la luce.

A cura di INAF – OATS Osservatorio Astronomico di Trieste

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 22. OGS Explora

Dal 21 al 23 settembre, a Trieste Next, sarà possibile visitare OGS Explora: di proprietà dell’Istituto nazionale di oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS) dal 1989, è una nave di ricerca con capacità oceaniche classificata come “classe ghiaccio”, in quanto possiede le caratteristiche per poter navigare e acquisire dati anche in ambienti polari. Leggi tutto

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 21. OGS: un mare di scienza

Un’occasione per immergersi nelle attività di ricerca legate al mare, incontrare i ricercatori e scoprire gli strumenti che vengono utilizzati per studiare e salvaguardare mare e oceani. Leggi tutto

28 agosto 2017
Dettagli
28 agosto 2017
Dettagli
28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 16. Elettra, un mare di esperimenti

Occasione unica per fotoni energetici! Vuoi diventare acrobata? Cerchiamo proprio te! Fai un provino per un numero di fotoemissione. Storie, racconti e giochi/esperimenti con la luce vi attendono nello stand di Elettra. Per scoprire – insieme ai ricercatori del sincrotrone – un nuovo modo di guardare al futuro e alle sue sfide.

A cura di Betta e gli Scienziati Pazzi per Elettra Sincrotrone Trieste

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 18. La rotta urbana della mobilità

Le città di mare sono spesso veri e propri porti, non solo perché ospitano imbarcazioni di ogni tipo, ma anche perché sono luoghi di transito di persone e merci, anche collegati ai traffici crocieristici. Migliorare la mobilità delle città portuali, dal punto di vista sociale, funzionale e ambientale, è l’obiettivo di due progetti europei, di cui AREA Science Park è partner: si chiamano LOCATIONS (LOW CARON CRUISE DESTINATION CITIES) e CIVITAS PORTIS (PORT /CITIES: INTEGRATING SUSTAINABILITY) e coinvolgono numerosi attori attivi sul territori, tra cui il Comune di Trieste e l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale.

Spazio dedicato ai progetti europei CIVITAS PORTIS e LOCATIONS

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 14. Il giroscopio delle aziende

Laboratori dedicati agli eco-comportamenti per il rispetto dell’ambiente marino, esperimenti sugli effetti erosivi dell’acqua e non solo. Rappresentazione di sistemi per la gestione ottimale delle acque e tecnologie innovative per migliorare la navigazione in diversi contesti, dal diporto alla regata.  Il tutto raccontato dalla voce di ricercatori, imprenditori e startupper.

A cura di Astra Yacht, Idrostudi, ITS Energy, Shoreline

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 13. L’equipaggio della ricerca

Ogni anno circa 15.000 studiosi provenienti da tutto il mondo trovano nel Friuli Venezia Giulia infrastrutture d’eccellenza e un sistema scientifico altamente avanzato e multidisciplinare, in ambiti che vanno dalle scienze della vita alla matematica e fisica, dall’ICT alle scienze della terra senza dimenticare le scienze umane e sociali. Non solo, anche il settore musicale, con i due Conservatori, attrae in regione sempre più giovani talenti sia dall’Europa sia da Paesi terzi. Ad accoglierli c’è Welcome Office FVG, iniziativa regionale che fornisce informazioni e supporto su ingresso e soggiorno in regione, aspetti legati alla vita quotidiana, opportunità di ricerca e formazione.

A cura del Welcome Office FVG

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 15. La bussola delle startup

Il sogno imprenditoriale si nutre di passione ma non solo; occorrono competenze, risorse ed esperienza.  Innovation Factory, l’incubatore certificato di AREA Science Park,  accompagna gli startupper lungo un percorso di crescita individuale, che consente loro di  affrontare consapevolmente tutti gli aspetti del progetto imprenditoriale: la creazione del team, lo sviluppo del prodotto, l’accesso al mercato.

A cura di Innovation Factory

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 12. La banchina dell’innovazione

Ricerca e innovazione nel grande laboratorio allestito in Piazza dell’Unità da AREA Science Park. Un viaggio alla scoperta delle realtà del parco scientifico e tecnologico di Trieste con una particolare attenzione al tema del mare tra ricerca e innovazione. Leggi tutto

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 17. Il mare nella biologia molecolare

Esperimenti di biologia molecolare  che utilizzeranno materiale di origine marina. Costruzione di giochi per i bambini sul tema  “Il mare” utilizzando materiale riciclabile.

A cura di ICGEB – International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 11. ICTP – Science Picnic

ICTP quest’anno è presente a Trieste Next con Science Picnic, spazio di formazione scientifica, ma soprattutto di divertimento, rivolto a studenti ed insegnanti e in generale a tutti i bambini, ragazzi, giovani e adulti curiosi. Dopo la prima edizione, proposta l’anno scorso nella sede ICTP di Miramare, Science Picnic quest’anno promuove, con il suo stile informale e allegro, la ricerca e la formazione scientifica attraverso dimostrazioni e attività all’aperto: esperimenti interattivi, spettacoli, brevi incontri su vari argomenti scientifici, laboratori didattici e creativi, interventi di divulgatori e scienziati. Obiettivo: avvicinare i giovani al lato creativo della scienza e della tecnologia, per appassionarli e far maturare in loro il desiderio di intraprendere una carriera di studi in questa direzione.

A cura di ICTP – The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 10. SISSA per la scuola

I visitatori dello stand della SISSA saranno accolti da giovani scienziate e scienziati che introdurranno le classi e i visitatori ai loro campi di ricerca. Verranno affrontati il funzionamento del cervello e le tecniche per visualizzarlo, la matematica come strumento di ricerca, la fisica dell’Universo e delle strutture subnucleari. Per le classi delle scuole primarie e medie inferiori saranno organizzati dei laboratori di fisica, matematica e neuroscienze declinate secondo il tema centrale della manifestazione. Oltre ai laboratori per il pubblico del pomeriggio verranno organizzate sessioni partecipative utilizzando i discussion game su argomenti di scienza contemporanea.

Leggi tutto

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 06. Alla scoperta della biologia marina

Il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste presenta a Trieste Next numerose iniziative di divulgazione scientifica legate al mare. Una di queste è Clean Sea Life. Tutti insieme per un mare pulito, progetto di sensibilizzazione che mira ad accrescere l’attenzione del pubblico sui rifiuti marini, promuovendo un impegno attivo e costante per l’ambiente. Leggi tutto

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 07. Perchè sei qui? Naviga con noi sulle rotte della conoscenza

Una rotta interattiva su 7 discipline scientifiche guida il viaggiatore tra le professioni che hanno reso possibili alcune scoperte scientifiche e i loro utilizzi nel mondo del lavoro. I naviganti possono così approfondire teoria e pratica, fermandosi a veri e propri approdi sotto forma di isole illustrative e attrezzature da toccare con mano, per capire alcune delle scoperte più sfruttate nella vita quotidiana e soprattutto le competenze scientifiche che le hanno rese possibili.

Leggi tutto

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 09. Servizi per la divulgazione scientifica

Accanto alle tradizionali funzioni delle Università – alta formazione e ricerca – negli ultimi anni si è sempre più accentuata l’attenzione al loro ruolo nella comunicazione e nella condivisione della conoscenza. Un ruolo che comporta responsabilità sociale, interazione e ascolto, per far sì che la conoscenza accademica e i risultati della ricerca possano essere condivisi con la cittadinanza, con gli studenti e gli insegnanti. L’Ufficio Servizi per la divulgazione scientifica è il riferimento di docenti, ricercatori e ricercatrici dell’Università di Trieste per queste azioni, che rientrano nella definizione di “Public Engagement”.

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 05. Il mondo silenzioso: il mare dal reale al virtuale

Un percorso interattivo fa scoprire ai visitatori le attività e la strumentazione per il monitoraggio integrato dell’ambiente marino: immersioni virtuali nella barriera corallina con un sistema di vitual reality, droni utilizzati per le campagne di misura e rilievo di altissima precisione, ROV (sottomarino a comando remoto) da esplorazione, mareografi e altri strumenti utilizzati sia in stazioni di monitoraggio permanenti sia nelle campagne di misura a mare. Leggi tutto

28 agosto 2017
Dettagli
Spazio 04. La vita nel mare in Antartide: dal micro al macrocosmo

Il Museo Nazionale dell’Antartide, in collaborazione con il Dipartimento di Matematica e Geoscienze, propone un viaggio virtuale nel freddo mare antartico attraverso la scoperta dei piccoli e grandi organismi marini che lo popolano. Si può visitare una tenda antartica e mettersi nei panni di un ricercatore antartico, scattandosi una foto ricordo. Leggi tutto

28 agosto 2017
Dettagli