Giuseppe
Bono
Coniugato con due figli, ha conseguito la laurea in Economia e commercio, la laurea honoris causa in Ingegneria navale e il diploma MBA honoris causa in International Business. L’esperienza nella pianificazione strategica e nel controllo di gestione gli ha permesso di occupare ruoli di crescente responsabilità. Dopo essere stato AD di Aviofer e Direttore Generale dell’Efim, nel 1993 entra in Finmeccanica (oggi Leonardo) in qualità di CFO, società della quale nel 1997 viene nominato Direttore Generale e nel 2000 affianca a questa carica anche quella di Amministratore delegato. In quegli anni ha contribuito alla riorganizzazione dell’intero Gruppo, culminata nella sua privatizzazione. Dal 2002 è AD di Fincantieri, uno dei più importanti complessi cantieristici al mondo, il primo per innovazione e diversificazione, leader nella progettazione e costruzione di navi da crociera, operatore di riferimento in tutti i settori della navalmeccanica ad alta tecnologia (navi militari, off-shore, navi speciali, mega-yacht), nonché nelle riparazioni e trasformazioni navali, nella produzione di sistemi e componenti nei settori meccanico ed elettrico, nelle soluzioni di arredamento navale, nei sistemi elettronici e software, nelle infrastrutture, nelle opere marittime e nell’offerta di servizi di supporto post vendita. Con un fatturato nel 2019 di 5,8 miliardi di euro, il Gruppo conta oggi 20 cantieri in 4 continenti, impiega quasi 20.000 dipendenti, dei quali oltre 8.900 in Italia, e genera un indotto di circa 50.000 addetti solo nel nostro Paese. Dal 2013 è Presidente di Confindustria Friuli Venezia Giulia, dal 2015 componente del Consiglio Generale di Confindustria, dal 2018 Presidente della Fondazione Nord Est. Nel 2014 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro, nel 2017 il Presidente della Repubblica francese gli ha conferito quella di Cavaliere della Legion d’Onore e la Camera di Commercio francese in Italia il trofeo della Personalità italiana 2017.