Home

Caricamento Eventi

« Tutti Eventi

  • Questo evento è passato.

In ascolto dell’universo

23 settembre 2016 | Ore 15:00 - 16:30

Intervengono Enrico Cappellaro, astrofisico, Osservatorio Astronomico di Padova, vicepresidente INAF Istituto Nazionale di Astrofisica; Giovanni Andrea Prodi, docente di Fisica sperimentale, Università di Trento e INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, TIFPA-Trento Institute for Fundamental Physics and Applications. Introduce e modera Francesco Longo, docente di Fisica sperimentale, Università di Trieste e INFN Trieste.

A cura di INAF e INFN, in collaborazione con Università di Trieste

Le registrazioni online per questo evento sono chiuse. Ricordiamo che la registrazione online dà accesso garantito in sala presentandosi almeno 15 minuti prima dell’orario ufficiale di inizio dell’evento; a partire da 15 minuti prima dell’inizio dell’appuntamento, eventuali posti non utilizzati saranno messi a disposizione di chi effettua la registrazione in loco. 

La scoperta da parte delle collaborazioni LIGO/Virgo delle onde gravitazionali apre una nuova finestra sul cosmo. Strumentazioni all’avanguardia hanno permesso di “vedere” due buchi neri di diverse decine di masse solari avvicinarsi a velocità prossime a quella della luce e poi fondersi. L’osservazione delle controparti di questi eventi con telescopi tradizionali è fondamentale per capire le circostanze astrofisiche che danno origine al segnale gravitazionale.  La potenza di calcolo estrema e le tecniche di coordinamento veloce sono così importanti da essere loro stesse oggetto di ricerca.

ENRICO CAPPELLARO Laureato in Astronomia all’Università di Padova, ha usufruito di una borsa di studio di specializzazione presso l’Università del Texas a Austin. Diventato ricercatore nel 1986, ha spesso lavorato all’estero , in particolare presso l’European Southern Observatory in Cile e l’Istituto per Theoretical Physics dell’Università della California, a Santa Barbara. Dopo alcuni anni di permanenza all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte a Napoli, dal 2005 al 2011 è stato Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Padova. Attualmente è membro del Consiglio di Amministrazione e vice-presidente dell’INAF. È socio dell’Accademia Galileiana di Lettere, Scienze ed Arti. Si occupa principalmente dello studio delle Supernovae e in generale di sorgenti transienti. È responsabile del collegamento di INAF e PESSTO con LIGO e Virgo per la ricerca dei candidati degli eventi di onde gravitazionali.

FRANCESCO LONGO Francesco Longo è ricercatore in Fisica presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste ed incaricato di ricerca presso l’INFN di Trieste. Si occupa di Gamma Ray Bursts, esplosioni cosmiche ai confini dell’Universo sino dalla laurea, svolta alla ricerca delle possibili correlazioni con i segnali prodotti da onde gravitazionali. Si occupa inoltre di simulazioni Montecarlo applicate anche a problematiche di Fisica Medica. È impegnato in diversi progetti di astrofisica gamma delle alte energie, sia da terra che dallo spazio, per lo studio dei fenomeni transienti dai GRB ai Flares Solari sino ai Nuclei Galattici Attivi. È titolare del corso di Fisica Generale per gli studenti del CdL in Ingegneria e di Astrofisica Nucleare e Subnucleare dei CdL magistrali in Fisica. È delegato del direttore del Dipartimento di Fisica per la divulgazione scientifica e cura le attività di comunicazione della sezione di Trieste dell’INFN.

GIOVANNI ANDREA PRODI è professore di fisica sperimentale presso l’Università di Trento e partecipa alle ricerche dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Si occupa di gravitazione sperimentale da circa trent’anni, per la maggior parte dedicati alla ricerca delle onde gravitazionali. In questo campo ha dapprima contribuito allo sviluppo di rivelatori acustici e successivamente, dal 2007, allo sviluppo del rivelatore interferometrico europeo Virgo, presso Pisa. Attualmente è coordinatore delle attività di analisi dati della collaborazione Virgo, attività che sono svolte in modo congiunto assieme alla collaborazione LIGO. Il suo gruppo di ricerca ha contribuito direttamente alla prima rivelazione delle onde gravitazionali; infatti, l’algoritmo di analisi dati che ha segnalato per primo il passaggio dell’onda gravitazionale e ha certificato il grado di certezza della scoperta è stato sviluppato dal team di Padova e Trento assieme ai gruppi dell’Università della Florida e di Hannover.

Dettagli

Data:
23 settembre 2016
Ora:
15:00 - 16:30

Luogo

Area Talk | Piazza Unità d’Italia
Piazza Unità d'Italia
Trieste, TS 34123 Italy
+ Google Map: