Home

Caricamento Eventi

« Tutti Eventi

  • Questo evento è passato.

Com’è umano, LEI

24 settembre 2016 | Ore 15:00 - 16:30

Intervengono Marco Bettiol, ricercatore in Economia e gestione delle imprese, Università di Padova; Cecilia Laschi, docente di Bioingegneria industriale, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Modera Bernardo Balboni, esperto in Economia e gestione delle imprese, Università di Trieste

A cura di Università di Trieste, progetto PACINNO, finanziato dal Programma IPA Adriatic CBC 2007-13

Il futuro non è fatto solo di robot che sostituiranno il lavoro dell’uomo, ma anche, e soprattutto, di robot in grado di assecondare e ampliare le capacità dell’uomo.  La soft robotics rappresenta un nuovo modo di avvicinarsi alla robotica, attraverso una nuova generazione di robot capaci di sostenere l’uomo in ambienti naturali.  Si tratta di una robotica dotata di una sensibilità “quasi umanistica”. La stessa che si riscontra in alcune aziende del Made in Italy, in cui l’automazione robotica le ha spinte ad investire nel capitale umano e valorizzare in modo originale il proprio know-how.

CECILIA LASCHI E’ Professore Ordinario di Bioingegneria Industriale all’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. È considerata tra le 25 ricercatrici più influenti a livello mondiale nell’ambito della robotica. I suoi interessi di ricerca riguardano la biorobotica e in particolare la soft robotics, ovvero l’uso di materiali soft per costruire robot. Ha svolto e svolge ricerche nell’ambito della robotica umanoide, in particolare con l’applicazione di modelli neuroscientifici su robot.

MARCO BETTIOL E’ Ricercatore di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università di Padova. Da sempre studioso del Nord Est e della manifattura più legata al Made in Italy, nel 2015 ha pubblicato il libro di successo “Raccontare il Made in Italy. Un nuovo legame tra cultura e manifattura”, nel quale affonda il tema della narrazione della qualità dei prodotti manifatturieri italiani. Attualmente si sta occupando di una via “umanistica” alla robotica che caratterizza le imprese del Made in Italy, nelle quali l’automazione e la robotica si sposano con la valorizzazione del capitale umano e la creatività.

BERNARDO BALBONI E’ assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Trieste, dove collabora con il progetto PACiNNO, Platform for trans-Academic Cooperation in Innovation. Nella sua attività di ricerca si occupa di imprenditorialità, strumenti per la crescita e l’innovazione nelle piccole medie imprese, e  processi di espansione internazionale delle imprese.

Dettagli

Data:
24 settembre 2016
Ora:
15:00 - 16:30

Luogo

Salone di Rappresentanza | Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
piazza Unità d'Italia 1
Trieste, TS Italy
+ Google Map: