Home » Piazza Unità » Gazebo AREA Science Park

Categoria: Gazebo AREA Science Park

Spazio 09. L’uomo tecnologico tra ricerca e innovazione

A cura di AREA Science Park

È di circa 2500 persone la comunità di  ricercatori,  imprenditori, tecnici e operatori che ogni giorno anima  i campus di Padriciano, Basovizza e Gorizia di AREA Science Park, il primo parco scientifico e tecnologico italiano. Sono donne e uomini che  lavorano a progetti di ricerca e sviluppo dai quali nascono  conoscenze e nuove soluzioni tecnologiche in grado di migliorare le nostre vite. Sono scienziati di centri come ICGEB, Elettra Sincrotrone, INFN e CNR,  imprenditori e startupper con la vocazione all’innovazione. Di cosa si occupano? In cosa consiste il loro lavoro? Vieni a scoprirlo in Piazza dell’Unità d’Italia. Leggi tutto

Spazio 10. AREA Lab: incontri e laboratori per tutti

A cura di AREA Science Park

Lezioni di fisica, astronomia e biologia. Giochi, quiz e laboratori creativi per bambini e ragazzi. Incontri e dialoghi con ricercatori, imprenditori e startupper. Uno spazio per tutti i gusti e soprattutto per tutte l’età.  Le attività si svolgono a ciclo continuo. Non è necessaria la prenotazione.

VENERDÌ 23 settembre

9.00-13.00
La scienza in un palmo di mano
Laboratorio per le scuole a cura di Picosats e Science Industries
Età: scuola secondaria di primo grado

15.30
Alternanza scuola lavoro
Laboratorio per insegnanti a cura di Cervellotik

16.30
Biomedicale: le professioni del futuro
Alberto Steindler, Fondazione ITS per le Nuove Tecnologie della Vita “Alessandro Volta”

17.00
La tecnologia che porta la sicurezza in tavola
Giulia Rosar, Tecna

17.30
Nuove tecnologie e obesità infantile: un legame imperfetto
Natalia Rosso, Fondazione Italiana Fegato

18.00
Pane senza glutine: il miglioramento dell’aroma
Giorgio Mirolo, Dr. Schaer

18.30
FERMI: la scienza ultraveloce
Michele Manfredda e Marco Zangrando, Elettra  Sincrotrone Trieste

19.00
La genetica ti fa bella
Micol Cossi Sadoch, G&life

19.30
La genetica nel piatto
Annalisa Pediroda, G&life

20.00
Problemi di cuore
Serena Zacchigna, ICGEB– International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

SABATO 24 settembre

10.00
Alla velocità della luce – Crazy Scientists Show
Laboratorio cura di Enzo Benfatto, Barbara Giabbai, Benedetta Marmiroli, Christian Morello e Andrea Stolfa, Elettra Sincrotrone Trieste
Età: 6-10 anni

11.30
Alternanza scuola lavoro
Laboratorio per insegnanti a cura di Cervellotik

12.30
CoastNet: la rete di scuole per la sorveglianza della naturalità delle coste del FVG
Incontro per insegnanti a cura Milena Tempesta, Shoreline

16.00
Non pensionare il cervello: training cognitivo, stile di vita e integrazione alimentare
Olga Puccioni e Laura Scevola, Optimens e Edoardo Debelli, Brium – Scienza Benessere Salute

17.00
Mammografia con luce di sincrotrone
Giuliana Tromba, Elettra Sincrotrone Trieste

Malformazioni fetali dall’ecografia alla genetica
Tamara Stampalija, Servizio di ecografia IRCCS Burlo Garofolo, Pecile Vanna, SC Genetica Medica IRCCS Burlo Garofolo, Danilo Licastro, CBM – Centro di Biomedicina Molecolare

18.30
Tumori, agenti infettivi e automazione di laboratorio
Dino Paladin, AB Analitica

19.00
Curiamoci con la nanomedicina
Pietro Parisse, Elettra Sincrotrone Trieste

19.30
Microbioma e la salute delle piante
Vittorio Venturi, ICGEB – International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

21.00 e 21.30
Trieste: un mare di innovazione, un porto di idee
Performance a cura di Autorità Portuale di Trieste e AREA Science Park

               

DOMENICA

10.00
Alla velocità della luce – Crazy Scientists Show
Laboratorio a cura di Enzo Benfatto, Barbara Giabbai, Benedetta Marmiroli, Christian Morello e Andrea Stolfa, Elettra Sincrotrone Trieste
Età: 6-10 anni

11.00
Mostruosamente grandi: insetti e batteri per tutti i gusti
Laboratorio a cura di ICGEB – International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology
Età: 3-8 anni

12.00
Ratail maketing: la città torna al centro
Simone Zancato, Uelcom

17.00
Trasporto dei sedimenti: mutamenti ambientali e impatto sull’uomo
Foteini Kyrousi e Alessandro Leonardi, Idrostudi

17.30
Il cervello post-umano: cronache di nano-invasioni
Denis Scaini, Elettra Sincrotrone Trieste               

18.00
Acqua: utilizzo e gestione sostenibile della risorsa
Enrico Murari, Idrostudi

Spazio 11. Ricercati

A cura del Welcome Office FVG

Il Friuli Venezia Giulia è una regione molto attrattiva dal punto di vista della ricerca scientifica. Sono circa 14.000* gli studenti  e  i ricercatori stranieri che ogni anno scelgono di trascorre un periodo di studio o di ricerca in una delle istituzioni scientifiche del territorio. Arrivano sia da terre lontane, come il Brasile, la Cina, il Pakistan, l’Australia, che da Paesi vicini, come la Germania, la Francia e i Paesi balcanici. Ad accoglierli c’è Welcome Office FVG, iniziativa regionale che fornisce informazioni e supporto  su ingresso e soggiorno in Italia, aspetti legati alla vita quotidiana, opportunità di ricerca e formazione.
*Fonte: Mobilità della Conoscenza 2016

Spazio 13. Studiare l’uomo partendo dal moscerino della frutta

A cura di International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

Il 75% dei geni umani associati a patologie ha un omologo nel moscerino della frutta, Drosophila melanogaster. Presso lo spazio dell’ICGEB è possibile vedere al microscopio i moscerini, parlare con i ricercatori e scoprire in che modo questo insetto sia protagonista nella ricerca scientifica. Sulla Drosophila sono possibili molti esperimenti di screening per problematiche legate all’invecchiamento, quali le malattie neurodegenerative. Il gruppo di Neurobiologia dell’ICGEB si occupa di  Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e malattia di Alzheimer.

Spazio 14. Soluzioni microbiche per l’agricoltura sostenibile

A cura di International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

I batteri possono colonizzare altri organismi viventi, causando malattie oppure esercitando effetti benefici. L’uso in agricoltura di batteri benefici è un’alternativa all’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti chimici. Questi, infatti, possono agire sia come biopesticidi, eliminando quindi i batteri patogeni, che come biofertilizzanti fornendo alla pianta i nutrienti di cui essa necessita. Il gruppo di batteriologia dell’ICGEB studia i batteri associati alla pianta del riso, alimento base per più di metà della popolazione mondiale.

Spazio 15. Come curare l’infarto con la biologia molecolare

A cura di International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

Nei laboratori di Medicina Molecolare, Biologia Cardiovascolare e Cardiologia Molecolare dell’ICGEB,  medici e biologi collaborano per comprendere quali siano i geni, le proteine e i microRNA che regolano la formazione dei vasi sanguigni, la rigenerazione cardiaca e l’invecchiamento del cuore. Scopo ultimo di questi studi è quello di sviluppare nuove terapie contro l’infarto del miocardio e lo scompenso cardiaco.

Spazio 16. Biotecnologie per la produzione di farmaci

A cura di International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology

Nel laboratorio di Sviluppo Biotecnologico dell’ICGEB vengono utilizzate le tecnologie dell’ingegneria genetica per la produzione di farmaci per la salute umana, tra cui l’insulina, l’eritropoietina e gli interferoni. Lo scopo di questa attività è quello di aumentare il know  how dell’industria farmaceutica nei Paesi in via di sviluppo.

Spazio 17. Esplorando le linee di luce

A cura di Elettra Sincrotrone Trieste

Dalla medicina rigenerativa alle nanobiotecnologie, dai metodi per risanare l’ambiente a quelli per proteggere il patrimonio culturale: ecco come le ultime tecnologie stanno cambiando il nostro modo di vivere, il nostro quotidiano. Esperimenti e racconti con la luce attendono il pubblico nello stand di Elettra. Per scoprire, insieme ai ricercatori del sincrotrone, un nuovo modo di guardare al futuro e alle sue sfide.

Spazio 18. La tecnologia che migliora la vita

A cura di AB Analitica, CBM-Consorzio per il centro di Biomedicina Molecolare, Dr. Schär, Fondazione ITS per le Nuove Tecnologie della vita “Alessandro Volta”, G&life,  Idrostudi, I.R.C.C.S. materno infantile Burlo Garofolo, Jonathan Project, Laboratorio Nazionale CIB, Primo Principio, Shoreline, Tecna, Ulisse BioMed

In AREA Science Park molti ricercatori lavorano per migliorare la nostra salute, la qualità della nostra vita. Dalla diagnostica alla nutrizione, dalla sicurezza alimentare alla gestione delle acque, ogni giorno sono trattati temi diversi e presentati alcuni dei risultati più promettenti.  Venerdì  si parla di sicurezza alimentare e nutrizione, di ricerca e formazione biomedicale . Sabato il tema centrale è la diagnostica, mentre domenica si parla di gestione dell’acqua, la più preziosa delle risorse presenti in natura.

Spazio 19. Dal business dream al business plan: come nasce una startup

A cura di Innovation Factory

Il sogno imprenditoriale si nutre di passione ma non solo; occorrono competenze, risorse ed esperienza.  Innovation Factory, l’incubatore certificato di AREA Science Park,  accompagna gli startupper lungo un percorso di crescita individuale, che consente loro di  affrontare consapevolmente tutti gli aspetti del progetto imprenditoriale: la creazione del team, lo sviluppo del prodotto, l’accesso al mercato.