Home » Mostre e Performance

Categoria: Mostre e Performance

ARTE O SCIENZA? Immagini dalla ricerca

Sala Comunale d’Arte, Piazza Unità d’Italia, Trieste
Da martedì 20 a domenica 25 settembre 2016
Orario: dal 20 al 22 settembre ore 10-13 e 17-20; 23 e 24 settembre ore 9-22; 25 settembre ore 10-19

Esposizione delle migliori immagini del concorso fotografico “Arte o Scienza?” giunto alla settima edizione e riservato a ricercatori e studenti degli enti di ricerca di tutta Italia. Venerdì 23 settembre alle ore 19 la mostra ospiterà la cerimonia di premiazione dei vincitori (premio offerto da Utilgraph).

Arte o Scienza? è organizzato da Immaginario Scientifico e Università di Trieste.

L’arcipelago delle meraviglie. Omaggio a Paolo Budinich a 100 anni dalla nascita

Sala Veruda, Piazza Piccola 2, Trieste
Dal 27 agosto al 25 settembre 2016
Orario: tutti i giorni ore 10-20; 23 e 24 settembre ore 10-22

Nel centenario della nascita, una mostra dedicata al fisico Paolo Budinich che – insieme ad Abdus Salam – fondò nel 1964 il Centro Internazionale di Fisica Teorica e in seguito contribuì alla nascita di molti dei centri scientifici triestini e per questo motivo, a buon diritto, è riconosciuto come il padre del Sistema Trieste.

La mostra è realizzata da SISSA e Immaginario Scientifico, in collaborazione con Università di Trieste, Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” – ICTP, The World Academy of Science – TWAS e Fondazione Internazionale Trieste per il Progresso e la Libertà delle Scienze – FIT, con il contributo del Comune di Trieste.

Vexations: La Serie | Performance multimodale e interattiva per pianoforte ed elettronica

Piazza Unità d’Italia | Venerdì 23 settembre, ore 12-20 | Sabato 24 settembre, ore 12-20 | Domenica 25 settembre, ore 11.30-19

Ideazione e realizzazione di Adriano Castaldini, a cura di Pietro Polotti, Dipartimento di Nuovi Linguaggi, Percussioni e Tecnologie Musicali del Conservatorio G. Tartini di Trieste. Vexations di Erik Satie è ripensato come performance per piano e elettronica. La versione integrale (24h) è ripartita nelle tre giornate di Trieste Next (8h ciascuna). Il pianista indossa sensori EEG, ECG, EMG, GSR e di temperatura, i cui dati modificano il suono del piano ripreso da microfoni e elaborato al computer. In questo modo le vessazioni psicofisiche, imposte da un’esecuzione così lunga, si impastano nel timbro del pianoforte trasformandolo. Il senso di quest’inedita operazione non è tanto aggiungere l’elettronica ad un brano di repertorio, ma evolvere l’interpretazione di Vexations non più concepita come difficoltà privata dello strumentista, ma come incremento udibile della sua disponibilità coloristico-espressiva. I processi di elaborazione digitale del suono, e la relazione con i diversi tipi di sensori sono resi mediante feedback video.